domenica 29 luglio 2012

Una cimasa

Come riutilizzare una cimasa  che sopra ad armadio  risulta pesante e troppo "barocca"?
Ecco un esempio.
Questo armadio era sormontato da una cimasa color oro e con qualche angolo spezzato ( mi scuso per la foto poco chiara, ma è l'unica che possiedo).

 
Ed ecco come è oggi:

Certo che il bianco fa miracoli! Qui è bastato un po' di colore acrilico.

E poi gli è stata data una nuova e originale posizione



Photos by Zuccherofilato. Don't copy or use without permission.

Non è bellissima?


venerdì 27 luglio 2012

Lavanda


Un mazzo di lavanda profumata, uno sgabello recuperato e ridecorato in stile shabby.....
Come in un quadro


lo sgabello è stato ridipinto con smalto satinato all'acqua bianco e nella parte rimasta color legno è stato trattato con cera neutra...
Lo trovo fantastico, come il profumo della lavanda che vorrei arrivasse a tutti attraverso queste foto.



mercoledì 25 luglio 2012

Lo specchio della nonna


Due comodini affiancati + 

uno specchio da camera da letto=




Lo specchio è l'unico superstite dei vecchi mobili di camera di mia nonna...che alcuni anni fa sono stati tutti eliminati....
Era color oro e posizionato su un comò che oggi non esiste più.
Come l'ho trasformato? Con più mani di bianco, cartavetro e cera neutra.

Ecco alcuni particolari:

fregio in alto



fregio laterale
ed ecco uno specchio shabby!

E i comodini?   La loro è un'altra storia  a cui dedicherò un altro post.


lunedì 23 luglio 2012

C'era una volta un tavolo

C'era una volta un tavolo che si trovava in una cucina di una vecchia casa del centro di Genova,  il piano era solcato da profonde fessure ed era talmente consumato che non aveva più colore.


Mi ha colpito subito,  e quando  al proprietario ho detto "Che bello!", mi sono sentita rispondere:"Ma lei vuole quel tavolo lì? E' da buttare!", me lo ha regalato! e con l'aiuto di un amico l'ho portato a casa mia.

I lavori di restauro sono stati impegnativi: l'ho lavato con acqua calda e soda, ho chiuso tutte le fessure, che erano assai profonde, con la pasta legno. Molti di voi potrebbero dire:"potevi lasciarle..gli avrebbero conferito un aspetto ancora più shabby!"...in effetti....ma erano veramente brutte.
Poi l'ho tinto con un colore rovere e ricoperto di cera neutra.
Sul piano ho dato uno strato di vernice all'acqua satinata.

Ed ecco com'è oggi:



sabato 21 luglio 2012

Un seggiolone dimenticato

Volevano buttarlo, anzi bruciarlo! ormai non serviva più, era diventato grigio. Ho avuto la fortuna di poterlo recuperare



Ecco come: dopo aver incollato e messo a posto alcune parti mancanti, l'ho tutto carteggiato e poi ridipinto di un verde chiarissimo. I braccioli ho deciso di lasciarli del colore originario e su questi ho applicato un generoso strato di cera neutra. Con la cartavetro ho asportato un po' di colore  così l'ho reso un po' più Shabby!!!

A questo punto qualcuno può domandarsi: "Adesso che ho cambiato aspetto al seggiolone, cosa ne faccio?"
In uno dei prossimi post pubblicherò delle foto su come riutilizzare in modo creativo questo seggiolone.


Anche gli oggetti che ormai sembrano inutilizzabili possono acquistare una nuova vita, è sufficiente cambiare il modo di osservarli!


venerdì 20 luglio 2012

Da una striscia di legno a un appendiabiti


Eccomi qua con la storia di un altro lavoro....
La storia di Pinocchio inizia con " C'era una volta un pezzo di legno....", beh un po' è vero, ma questo pezzo era lavorato.
Circa cinque anni fa ho trovato una striscia di legno, che probabilmente faceva parte di un mobile? Ma chissà!

Subito sono stata ispirata e, dopo poco, ecco che cosa è nato: un appendiabiti shabby!


Ecco un particolare.

Realizzarlo è stato un divertimento! 


mercoledì 18 luglio 2012

Una piccola cassettiera

Uno dei miei ultimi lavori, che mi ha anche dato moltissima soddisfazione, è stato quello di dipingere e far diventare shabby una piccola cassettiera di compensato, che da così:


è diventata cosi

forse la foto non aiuta a capire che cosa è stato fatto, comunque la cassettiera l'ho dipinta con del mordente noce scuro.E poi...con un colore grigio chiarissimo. 

Ma... mancava ancora qualcosa..... così  ho dipinto i  numeri con il colore nero.

Una passata di cartavetro....e poi una  di cera.........e voilà:




 Mi piace tanto che le ho dato un posto nelle foto di intestazione del blog!

martedì 17 luglio 2012

La storia di una credenza... (seconda parte)


Eccomi qua con la seconda puntata della storia della mia credenza...
Le maniglie erano tutte diverse e di recupero, così ho deciso di cambiarle mettendone delle nuove che ho  trovato in un negozio di Genova.
Eccole:


Per quanto riguarda l'interno ho lasciato le mensole del colore originale applicando sul bordo un nastro di passamaneria, mentre sulle pareti c'era bisogno di qualcosa che illuminasse...presto fatto ...ho incollato della carta di colore chiaro in modo eliminare la sensazione di cupo e anonimo
 Ecco il risultato:


Dimenticavo! anche l'interno del cassetto è stato rifasciato con la stessa carta.
Il ripiano esterno, dopo averlo accuratamente lavato e fatto ritornare del color legno originario l'ho lucidato con della cera neutra per mobili.

 Riportare alla vita una vecchia credenza che qualcuno voleva buttare: un lavoro fantastico!!
 





domenica 15 luglio 2012

La storia di una credenza... (prima parte)

In attesa di completare il layout del blog ho deciso di inziare a scrivere comunque qualcosa.
Circa due anni fa ho recuperato una vecchia credenza ecco com'era:

è rimasta un bel po' di tempo nel mio garage...e poi dopo averla lavata, carteggiata e ripulita per bene l'ho trasformata ed ecco come è oggi
la adoro!!! e devo dire che ho ricevuto parecchi complimenti per il risultato ottenuto. Ho ricevuto piacevoli riscontri sia dalle persone che l'hanno vista dal vivo sia dalla community di Shab , dove ho pubblicato questa foto.
Ma lasciando perdere le chiacchiere...come sono arrivata ad ottenere questo risultato?
Inizialmente ho lavato con acqua e soda tutto il mobile, viste le condizioni in cui si trovava non bastava carteggiare. Teminata la fase di lavaggio e carteggiatura ho scelto un colore in un colorificio e mi sono fatta prepare una latta di smalto all'acqua satinato verde chiaro.
Dopo aver dato due mani di colore, ho sciolto con un po' di acquaragia del colore a olio terra d'ombra bruciata e l'ho steso su tutto il mobile (un po' come quando si fa il craquelè) e ho asportato il colore in eccesso con uno straccio; in questo modo il colore a olio è rimasto all'interno dei punti rovinati del legno creando un meraviglioso effetto shabby...
Nel prossimo post racconterò come ho traformato l'interno, le maniglie e il ripiano ...


venerdì 13 luglio 2012

Zucchero Filato

Come mai questo nome per il mio blog? Tutto è stato ispirato da una giornata di neve di questo freddo inverno durante la quale mi sono divertita a scattare alcune foto. Quando l'ho rivista ho pensato allo stile shabby -che adoro - e alla leggerezza e alla dolcezza dello zucchero filato....

 
Photo by Zuccherofilato. Don't copy or use without permission.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

ShareThis